Commissione gioco online Antigua e Barbuda

Commissione gioco online Antigua e Barbuda

logo commissione gioco Antigua e Barbuda

Antigua e Barbuda è uno stato situato tra le isole caraibiche. In questa location così esotica, questo stato è divenuto famoso non solo per le sue spiagge paradisiache, ma anche per essere un paradiso fiscale, ideale per le attività offshore. Tra sono particolarmente ben regolamentate le licenze per lo società che erogano servizi legati a scommesse e casinò online. Ed in effetti nel 1994, grazie al lavoro della Commissione Antigua e Barbuda, questo stato caraibico è divenuto uno dei primi al mondo a rilasciare licenze per i giochi cash online, quando internet ed in particolare il web erano ancora ai loro esordi tra gli utenti privati. In particolare, già da allora, sono state previste due tipologie di licenze: una per i giochi di casino, una per le scommesse sportive online. Infatti, le due diverse licenze prevedono distinte modalità di rilascio, ed anche costi differenti.

LA SPECIALE TASSAZIONE DI ANTIGUA E BARBUDA

Le società di gioco online sono infatti soggette alla regolamentazione imposta dalla Commissione di Antigua e Barbuda ed anche alla task force contro l'uso fraudolento di denaro (CFATF), cercando di applicare le migliori pratiche internazionali per rilasciare licenze quanto più possibile trasparenti in materia di offshore gaming. Nel dettaglio, la tassazione di Antigua e Barbuda prevede che:

- le società di giochi e scommesse online siano regolate dalla Financial Services Regulatory Authority (FSRA);
- le licenze per le società di scommesse online abbiano un costo di 50.000 dollari l'anno, a condizione che paghino anche le altre tasse previste ed abbiano i loro server principali nello stato di Antigua e Barbuda;
- le licenze per le società di casino online abbiano un costo di 75.000 dollari l'anno, a condizione che paghino anche le altre tasse previste ed abbiano i loro server principali nello stato di Antigua e Barbuda;
- agli operatori è richiesto di pagare il 3% di tasse sui loro guadagni netti: insomma si pagano le tasse in base a quanto resta effettivamente all'operatore di gioco, ossia la raccolta meno le vincite che ritornano ai giocatori; è quindi una tassazione agevolata, che consente agli operatori di prevedere payout elevati, visto che viene tassato solo quello che rimane e non la raccolta; in ogni caso, ad ogni operatore può essere richiesto un tetto massimo mensile di 50.000 dollari (USD) di tasse;
- i costi per lo sviluppo di software o per l'acquisizione di licenze da parte di sviluppatori sono deducibili fino ad un tetto massimo del 40% delle vincite nette.

IL MARCHIO ANTIGUA GAMING PREFERENTIAL

Insomma, può essere davvero conveniente per una società di gaming online investire, in questo stato, ma che cosa può rappresentare tutto questo per un giocatore? Quali sono gli effettivi vantaggi? Intanto il fatto che si tratta di sale da gioco online dotate di licenza rilasciata dalla Commissione Antigua e Barbuda, una delle prime giurisdizioni al mondo ad aver previsto una regolamentazione precisa in questo senso. Inoltre gli operatori che mostrano il marchio “Antigua Gaming Preferential” devono assicurare che:

- usano software che rispetta standard internazionali di sicurezza e legalità;
- hanno il loro quartier generale ed i loro server principali ad Antigua e Barbuda;
- nei loro server principali, quelli cioè con sede ad Antigua e Barbuda, devono essere contenuti tutti i dati fondamentali dei giocatori, ed in particolare: transazioni finanziarie, operazioni di gioco, ecc.

LA TUTELA DEI GIOCATORI DI CASINO ONLINE

Insomma, il tutto è stato organizzato in modo che la Commissione Antigua e Barbuda possa sempre avere sotto controllo le operazioni degli operatori di gioco e che agiscano secondo la legge dello stato. Sono state previste quindi tutte le norme che possono tutelare i giocatori, per cui la presenza del marchio “Antigua Gaming Preferential” è una sicurezza in più per il giocatore, che deve però fare attenzione, in quando deve cliccare sul marchio per verificare che sia valido o meno. Ci sono infatti società che lo mostrano, anche se non hanno una vera licenza, ma in questo caso cliccando sul marchio si aprirà una pagina in cui si afferma che questo non è valido, al contrario si aprirà una pagina con i dettagli della società e della licenza stessa.

A conferma dell'impegno della Commissione Antigua e Barbuda nel promuovere il gioco legale e sicuro, c'è anche l'accordo raggiunto con uno dei più importanti organismi regolatori internazionali, ossia la Kahnawake Gaming Commission. Si tratta del Memorandum of Understanding del 2010 (2010 MOU), che prevede la possibilità di creare licenze valide per entrambe le commissioni, che così potranno scambiarsi dati ed avere un controllo maggiore degli operatori, i quali d'altronde potranno in questo modo fregiarsi di entrambi i marchi.

NEWSLETTER
"Newsletter"
TITAN BET
 
titan bet slot promo
 

VIDEO