Commissione Kahnawake - La piu affidabile delle commisioni per i casino online

Commissione Kahnawake - La piu affidabile delle commisioni per i casino online

Il territorio Mohawk di Kahnawake è una riserva indiana che si trova in Quebec, ossia nella parte orientale del Canada. È quindi parte del territorio canadese, ma a una certa indipendenza legislativa, che ha fatto ritenere già negli anni ’90 ai governanti locali che ci fossero le condizioni favorevoli per creare una legislazione aperta al gambling online, proprio mentre si stavano scrivendo, in altre parti del mondo, le prime leggi create da apposite commissioni dedicate al gambling online. Anche dello stato Mohawk è stata quindi creata una commissione apposita, ossia la Kahnawake Gaming Commission, nota in italiano come Commissione Kahnawake. Questa è stata creata nel 1996, ma bisognerà aspettare fino al 1999 per avere il primo pacchetto legislativo completo, ossia le Regulations concerning Interactive Gaming. Tra i modelli presi a riferimento c’è l’Interactive Gambling Act, promulgato nel 1998 in Australia, in Queensland.

L'attività della Kahnawake Gaming Commission

La Commissione Kahnawake è una delle più note al mondo nell’ambito dei giochi di casino online, poker e scommesse sportive, in quanto non è solo un ente regolatore che rilascia licenze (come molte altre commissioni), ma è anche assai attiva nel risolvere le dispute tra giocatori e gli operatori di gambling che agiscono sotto la sua giurisdizione (un po’ come fa eCOGRA). La sua è quindi una attività a tutto tondo ed è per questo che è una delle commissioni di riferimento per gli operatori di gambling online del Nord America: tra coloro che hanno una licenza Kahnawake, ricordiamo Sports Interaction, Bodog e Titanbet. La Commissione Kahnawake rilascia infatti licenze di casino online, poker online e scommesse via internet e le suddette licenze sono basate su questi principi:

-    Gioco onesto: tutti i giochi di gambling proposti ai giocatori devono essere erogati su una base leale ed onesta.
-    Pagamenti garantiti: i vincitori devono essere pagati relativamente ai guadagni ottenuti, tutte le volte e senza alcuna eccezione.
-    Licenza: solo a certe entità e persone è consentito di operare nella giurisdizione stabilita dalla Kahnawake Gaming Commission.

Processi e costi per ottenere una licenza Kahnawake

Ottenere una licenza di gioco Kahnawake non è semplcie, ma poi garantisce all’operatore un ritorno di immagine molto ampio: la Commissione Kahnawake è infatti una delle più attive non solo nel risolvere le dispute tra giocatori ed operatori, ma anche nel promuovere il gioco responsabile. Per ottenere una licenza occorre quindi una richiesta di autorizzazione, in cui alla persona o all’ente sono richiesti numerosi dati, che possono variare anche in base al tipo di licenza richiesta. Ne sono infatti previste quattro:

-    Interactive Gaming License (IGL), rilasciata ai fornitori di servizi di hosting specializzati per gli operatori di gioco d’azzardo online.
-    Client Provider Authorization (CPA), rilasciata agli operatori autorizzati a fornire servizi di gambling online.
-    Secondary Client Provider Authorisation (Secondary CPA), rilasciata a quegli operatori autorizzati a fornire servizi di gioco, ma che hanno la loro attività principale in un’altra giurisdizione.
-    Key Person Licenses (KPL), rilasciata ad almeno una persona che ha una funzione manageriale all’interno dell’ente che ha una CPA.

Per richiedere una licenza alla Commissione Kahnawake occorre pagare una tassa iniziale di 25.000$ per la Client Provider Authorization (CPA) e di 5.000$ per ogni licenza KPL. Entrambe le tasse sono comunque rimborsabili se la commissione non concede la licenza.

Gioco responsabile e tutela dei giocatori

La Commissione Kahnawake ha una particolare attenzione al tema del gioco responsabile, soprattutto con i più recenti aggiornamenti del suo regolamento. Già infatti da tempo prevedeva che gli operatori di casino online con licenza Kahnawake prevedessero obbligatoriamente dei sistemi di limitazione di gioco e di autoesclusione. Adesso, dal 2012, il giocatore può interagire direttamente con la commissione, che farà in modo che i limiti ed i sistemi di autoesclusione richiesti dal giocatore siano applicati a tutte le piattaforme che hanno una licenza Kahnawake.

Inoltre la Commissione Kahnawake è attiva nel risolvere le dispute tra giocatori ed operatori, cui ha dedicato una intera sezione del sito. I dati rilasciati dalla commissione stessa mostrano che è molto attiva in questo ambito e che di fatto tutela attivamente i giocatori. Ovviamente, tra tutte le lamentele che arrivano, non tutte sono regolari e quindi non possono essere prese in considerazione, ma tra quelle regolari, per la maggior parte si risolvono a favore del giocatore, che è quindi certo di avere un ente superpartes, che non tutela gli interessi degli operatori di gioco. Ricordiamo infine che la Commissione Kahnawake ha raggiunto nel 2010 un importante accordo con la Commissione Antigua e Barbuda, creando un nuovo sistema di licenze valide per entrambe le giurisdizioni, che avranno la facoltà di scambiarsi dati sugli operatori, verificarne le attività e stabilire un maggiore controllo, anche in materia di tutela dei giocatori.

NEWSLETTER
"Newsletter"
TITAN BET
 
titan bet slot promo
 

VIDEO