Gambling online, futuro sempre più mobile
News

Gambling online, futuro sempre più mobile

23/03/2012 - 09:26:45 Scritto da Alex

Il gioco d’azzardo online legale è entrato da poco nella abitudini degli italiani, ma già si comincia a parlare di un futuro sempre più mobile. La crescente mobilità e la disponibilità di sistemi operativi per smartphone e tablet, fanno sì che possano essere create applicazioni native dedicate proprio al gioco d’azzardo mobile. Insomma, Android, iOS e le altre piattaforma stanno diventando sempre più consolidate piattaforme di gaming, ma anche di gambling. Basti pensare che le vendite di smartphone e tablet hanno superato nel 2011 quelle dei computer.

Come sarà il gambling mobile

C’è quindi un intero mercato che fa sempre più gola alle società di gambling. Si tratta innanzitutto di individuare il target e le abitudini dei potenziali scommettitori in mobilità. Si potrà usare la mobilità per scommesse mordi e fuggi, come ad esempio durante un evento sportivo; oppure per qualche giro di roulette mentre durante il viaggio in tram; o per una mano di poker cash durante una pausa al lavoro.

Le applicazioni native, più reattive e adatte per i pagamenti di una sito web ottimizzato per mobile, sono le principali candidate a questo uso. Ed anche in Italia questo mercato si va sviluppando e nell’ambito del poker online sono state proprio le nuove leggi a rendere possibile il poker mobile: nella modalità cash è appunto possibile giocare anche una sola mano e poi ritirarsi e prendersi le eventuali vincite. Per certi giochi di casino online, è ancora più facile la modalità mordi e fuggi.

Il futuro tra casinò mobile e smart TV

Il mercato italiano sta maturando e già il pubblico apprezza i casinò mobile, in una offerta che si integra con quella dei casino online, adatti a sessioni di gioco più lunghe, ragionate e da effettuarsi da casa. Attualmente in Italia i giochi mobile rappresentano il 10% della raccolta che viene effettuata online da diversi operatori. Forse già dal 2013 si potrà arrivare al 20%, che è la soglia di mercati più maturi, come quello britannico.

Questo dipenderà in parte anche da come si muoveranno le società e da come si evolverà il mercato di smartphone e tablet. Infatti le società sviluppano applicazioni per lo più per Android e iOS, mentre Windows Phone è spesso snobbato, forse anche in attesa di Windows 8. Ma nel frattempo potremmo forse giocare anche via smart TV, visto che con la versione 4.0 le applicazioni Android potranno girare facilmente anche su Google TV.