Giochi online, in calo i players del Regno Unito
Tweets di @casinovirtuali

News

Giochi online, in calo i players del Regno Unito

06/11/2012 - 16:53:25 Scritto da StefanoB

Il Regno Unito fa tendenza, da sempre: non stiamo parlando di moda o di musica, ambiti nei quali sicuramente il mercato anglosassone ha la sua valenza e la propria importanza, ma di giochi e scommesse. Se l'Inghilterra è stata la patria del gambling, esportando questo sistema di business in molti altri paesi con grande successo, altrettanto possiamo dire per il gaming che nel Regno Unito si è assimilato molto rapidamente grazie alla fittissima rete delle agenzie di scommesse che in tutto il paese risultano essere un'industria straordinaria per fatturati, ricavi, numero di dipendenti, collaboratori e industrie dell'indotto. Oltre che ovviamente per l'insaziabile erario di Sua Maestà.

 

Le statistiche dicono che i giocatori diminuiscono

Tuttavia, in un quadro di congiuntura internazionale che non risparmia alcuna azienda né business, non è un momento particolarmente brillante: e c'è il timore che questa 'tendenza' britannica al ribasso possa essere in qualche modo ricalcata anche dagli altri mercati, in particolare da quelli europei.

Secondo la Gambling Commission, una delle istituzioni governative che verifica il traffico, la regolarità e ovviamente anche il flusso di denaro che gira non solo intorno alle scommesse ma anche intorno al gioco d'azzardo, i giocatori nel Regno Unito sarebbero calati considerevolmente passando dal 57.3% del settembre 2011 al 56.9% del settembre dell'anno in corso. In compenso c'è una maggiore uniformità nel panel dei giocatori perché si è ridimensionata la forbice tra sesso maschile e sesso femminile: se fino all'anno scorso gli uomini superavano il 60% oggi le donne sono salite al 54.1% riducendo in modo sensibile la percentuale maschile. La partecipazione al gioco online continua a essere importante e cresce (12.4) pur restando leggermente al di sotto dei target che erano un po' più ottimistici.

Informazione e regole certe sul gioco online

I giocatori inglesi stanno crescendo anche sotto l'aspetto della coscienza e della consapevolezza del gioco e chiedono sempre maggiore informazione circa la partecipazione alle forme di gaming online più popolari. È significativo per esempio il fiorire continuo di siti che fanno informazione e divulgazione intorno a gaming e gambling. In questo senso la U.K. Commission si sta facendo promotrice di iniziative davvero interessanti: ad esempio su quello che è l'iGaming, il gioco attraverso cellulari di nuova generazione, tablet e palmari come l'iPad. Questi nuovi strumenti hanno completamente cambiato le regole dell'approccio al gioco, rendendo tutto ancora più pratico, interattivo e veloce. Di conseguenza il pubblico non può arrivare impreparato a una svolta del genere, cosa che spesso sembra invece verificarsi: Stuart Tilly e Dhruti Gore sono due commissioner che proprio in questi ultimi giorni hanno lanciato una nuova attività di promozione e prevenzione del iGaming Counsel britannico. Si tratta in definitiva di un vero e proprio studio legale che a Londra si occuperà di studiare le regolamentazioni e le norme che negli ultimi mesi hanno mostrato alcune pecche e qualche necessità di adeguamento. Tilly e Gore hanno un consolidato passato di consulenza legale e commerciale nell'ambito del gaming online ed entrambi facevano parte della Bodog, società specializzata nella creazione e diffusione di contenuti in rete: "L'industria del gioco online sta evolvendosi con una rapidità notevolissima - dice Stuart Tilly - e questa frenetica evoluzione riguarda tutti gli aspetti di un business estremamente complesso sia sotto l'aspetto commerciale che legale e normativo. Il gioco online crediamo possa diventare un autentico spartiacque sotto questo aspetto: il nostro lavoro sarà quello di affiancare aziende e utenti alla ricerca dei migliori equilibri sul fronte di tutela e business".


NEWSLETTER
"Newsletter"
TITAN BET
 
titan bet slot promo
 

VIDEO