Tweets di @casinovirtuali

News

Il Dragonara porta online il suo Casino

09/05/2013 - 19:11:59 Scritto da StefanoB

Alla crescita sostanziale e costante del business del gaming online ha fatto da contrasto la diminuzione dei livelli d'affari per i cosiddetti casino tradizionali che nel corso degli ultimi due anni, nonostante massicce campagne promozionali e di marketing, hanno visto scendere notevolmente il proprio introito. Il tutto nonostante le sale da gioco ce la stiano mettendo tutta per convincere gli italiani a vivere una serata diversa in un casino. Notti gratuite in alberghi convenzionati, servizio autobus dalle città più vicine, promozioni e card per giocate gratuite… Ma i dati parlano di decremento preoccupante. E con la crescita costante e continua del movimento online i casino tradizionali rischiano di perdere altre quote di mercato: quindi, combattere con il nemico o allearcisi? Pare che i casino tradizionali stiano optando per la seconda ipotesi. Questa volta il settore online può diventare un partner doppiamente interessante, in chiave promozionale ma anche di puro business.

Il gioco online più competitivo e 'easy' di quello tradizionale

La questione, come vedremo, non riguarda soltanto l'Italia: lo stesso fenomeno ad esempio riguarda un po' tutti i paesi dove il gaming online è stato autorizzato e, secondo gli studiosi e gli economisti americani (proprio in questi giorni è stato scritto un articolo a riguardo sull'autorevolissimo Wall Street Journal), sarebbe proprio questo il motivo che ha convinto la stragrande maggioranza degli Stati della confederazione americana a chiudere immediatamente la porta all'eventualità di una legalizzazione del gioco online all'interno del territorio USA. Sarebbe una concorrenza letale per il business delle case da gioco tradizionali e per gli investimenti di diverse e potenti multinazionali del settore alberghiero e dell'entertainment. Ma su questo avremo modo di offrirvi altri approfondimenti a breve. Un caso interessante che ha fatto scuola, e che come vedremo è stato immediatamente imitato in Italia, arriva da Malta il cui primo casino n.1 per storia e tradizione ha deciso di rompere gli indugi e di andare online con un'applicazione mobile.

Dragonara, mezzo secolo di storia e un futuro telematico

Parliamo del ben noto Dragonara Casino, oltre 45 anni di storia alle spalle, che oggi si avvia a una rivoluzione copernicana del proprio modello di business. Il Dragonara è un luogo storico e molto affermato tra gli appassionati del gioco e della sua tradizione: nato nel 1964, il casino maltese è stato il primo ad aprire i battenti e al momento è anche il più importante dell'isola oltre che uno dei primi motori turistici di Malta. Spiagge, mare, escursioni: ma il Casino Dragonara, anche solo per uno spettacolo o una cena, è sempre inserito all'interno di tutti i pacchetti rivolti ai turisti. Oggi la storia è cambiata: spostare le persone costerà anche meno grazie alle offerte low-cost ma è evidente che le persone che hanno meno soldi in tasca devono fare due conti. E il Dragonara non vuole rinunciare a un business remunerativo che rischia di non passare più dalle proprie storiche sale. Di qui la decisione di coinvolgere una delle aziende più importanti del Regno Unito, la EveryMatrix, per completare un'offerta di rilievo che comprende almeno settecento giochi da tutte le più importanti aziende del settore (IGT, Microgaming, NetEnt, Sheriff Gaming, Betsoft e altre). Il Dragonara, ovviamente, ha voluto dare ampio risalto nella propria applicazione agli highlight del gioco tradizionale, e dunque roulette, blackjack, poker e baccarat in tutte le varie declinazioni internazionali.

Una soluzione motivata anche dagli investimenti turistici

L'accordo è storico e rivoluzionario e prevede che il Dragonara diventi il primo casino mobile di Malta, accessibile da qualsiasi telefonino e operatore. "Si tratta di una scelta quasi obbligata – ha spiegato Johann Sembri, amministratore delegato della Dragonara Interactive, la società che è stata creata per supportare lo storico casino nella sua avventura online – perché il mercato del gioco sta cambiando e noi, nonostante la nostra grande tradizione di casa da gioco, non vogliamo restare fuori da questo mercato, anzi… vogliamo provare ad anticiparne le mosse. Si tratta semplicemente di portare ai nostri visitatori abituali la miglior esperienza di gioco possibile non solo nelle nostre sale, ma anche online. L'accesso sarà possibile per chiunque facilmente e questo sarà anche un forte motivo di promozione non solo per l'attività tradizionale e istituzionale del casino ma anche per il turismo maltese più in genere".

Si dice sia stato proprio il governo maltese, per via degli interessi turistici e dei suoi investimenti, a spingere in questa direzione il Dragonara. E, come vedremo dagli sviluppi di questa notizia anche in altri ambiti che riguardano il nostro stesso paese, non si tratta di un esempio destinato a restare isolato.