GiochiRouletteSistema Fibonacci

Il sistema Fibonacci - Come usare il sistema per giocare alla Roulette

La Roulette è probabilmente il gioco da casino online che più si presta allo sviluppo di strategie e tecniche atte a minimizzare le probabilità di sconfitta e massimizzare le probabilità di vittoria. Seppure non esista una strategia che garantisca al 100% di ottenere un profitto giocando alla roulette, esistono numerosi sistemi che, nel corso degli anni, hanno cercato di trovare il segreto del successo di questo gioco.

Tra i metodi per giocare alla roulette, possiamo ricordare ad esempio il sistema Martingale, il sistema Labouchere, il sistema Pivot, il sistema Dopey e il sistema Fibonacci, di cui parleremo fra poco. Ma prima di addentrarci nei misteri della successione di Fibonacci e delle sue sequenze, vediamo in linea di principio su cosa si basano i sistemi per giocare alla roulette.

Metodi e sistemi per la roulette

Nella maggior parte dei casi, i sistemi per giocare alla roulette cercando di fondarsi su una serie di concetti matematici che siano il più possibile solidi. In ogni caso però, il problema della roulette è che ogni giro è totalmente indipendente dall'altro: questo significa che è virtualmente impossibile, dal punto di vista statistico e matematico, prevedere o tentare di prevedere dove si fermerà la pallina. Idealmente, è un po' come avere un sacchetto contenente 36 o 37 numeri, dal quale ogni volta viene estratto casualmente un numero, che dopo ogni estrazione viene inserito nuovamente nel sacchetto.

Nonostante ciò, come detto, nel corso della sua storia ormai più che centenaria, la roulette ha scatenato la fantasia di moltissimi studiosi, che hanno tentato in tutti i modi di creare un modo che permettesse loro di vincere nel lungo periodo. Uno di questi metodi ha preso il nome di un matematico e uomo di scienza italiano, vissuto quasi novecento anni fa: Leonardo Fibonacci. Stiamo parlando del sistema Fibonacci.

Il sistema Fibonacci: storia

Il buon matematico toscano non aveva idea che la successione di Fibonacci, tra le altre cose, avrebbe dato vita a un sistema per vincere alla Roulette. Questo perché Fibonacci visse a cavallo tra il dodicesimo e il tredicesimo secolo, quando la Roulette non era neppure nei pensieri del suo ancora non nato inventore.

La sequenza Fibonacci, di cui ci interessa parlare perché come vedremo strettamente collegata al sistema Fibonacci, non è altro che una serie di numeri in cui quello che viene dopo è la somma algebrica dei due numeri che lo precedono. Per questo motivo si tratta di una di quelle sequenze numeriche infinite o potenzialmente tali, come ad esempio il pi greco. Naturalmente, ai fini del gioco della roulette, chi utilizza il sistema Fibonacci di solito si ferma a una decina di numeri.

La successione di Fibonacci e la roulette

La tipica sequenza Fibonacci, che viene utilizzata per applicare l'omonimo sistema, è questa: 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21. Come potete vedere, a parte naturalmente il primo e il secondo numero, dal terzo in avanti tale cifra è la somma delle due precedenti (2 è uguale a 1 + 1, 3 è uguale a 2 + 1 e così via). Chiaramente è possibile avvalersi di altre sequenze Fibonacci, purché rispettino il criterio fondamentale di cui sopra.

Nell'applicazione alla Roulette, il sistema Fibonacci prevede di scegliere un importo di puntata, e di eseguire delle scommesse in accordo ai numeri della sequenza, spostandosi verso destra nel caso che la scommessa non vada a buon fine, e verso sinistre nel caso opposto. Un esempio potrà chiarire meglio questo concetto.

Supponiamo che un giocatore decida di scommettere a incrementi di 5 euro. Prende la classica successione di Fibonacci e comincia scommettendo 5 euro sul rosso, perché il primo numero della sequenza di Fibonacci è 1 (5 x 1 = 5). Purtroppo per lui esce il nero. Nella sua seconda scommessa, il giocatore dovrà puntare altri 5 euro, perché il secondo numero del sistema Fibonacci è ancora una volta 1. Se il giocatore perde ancora, al terzo giro dovrà puntare 10 euro (terzo numero della sequenza, moltiplicato per 5 euro), e così via.

Non è necessario imparare a memoria il sistema Fibonacci, dal momento che è sufficiente appuntarsi la successione e poi seguirla di conseguenza. Ciò che occorre sapere, però, è che la successione di Fibonacci, applicata alla Roulette, è adatta in particolar modo alle scommesse che prevedono l'uscita di uno su due possibili esiti, come ad esempio il rosso/nero, il pari/dispari e l'alto/basso. Il sistema Fibonacci è un buon metodo di gioco, perché permette una gestione del bankroll di gioco particolarmente oculata e diluita nel tempo, minimizzando le fluttuazioni dovute alla buona o alla cattiva sorte.

Affari Tuoi - Gioco Ufficiale
NEWSLETTER
"Newsletter"
TITAN BET
 
titan bet slot promo
 

VIDEO